[15] Il critico David Denby, sulla rivista New York criticò fortemente il film e lo descrisse come una pellicola anti-turca che dipinge i turchi - guardie e prigionieri - come perdenti, degenerati, zotici e stupidi. Fuga di mezzanotte (1978) - Box Office e incassi, Box Office USA: Maggiori incassi USA per il 1978, (MIDNIGHT EXPRESS) Tall Armenian Tale: The Other Side of the Falsified Genocide, Representation of the Turkish People in "Midnight Express", Billy Hayes Reveals ‘The Real Midnight Express’. Capena ko Capena ko Riflessioni in casa Ecocity: “Mercato aperto soprattutto in uscita, complimenti al Benevento” È stato, credo, un paio di settimane dopo che il film era uscito, nel 1978. [29], Il film si rivelò un buon successo e ottenne critiche positive sin dalla proiezione al festival di Cannes nel maggio del 1978. Screenplay by Oliver Stone, Golden Globe per il miglior attore debuttante, Oscar per la migliore colonna sonora originale, Los Angeles Film Critics Association Award, Mississippi Burning - Le radici dell'odio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Fuga_di_mezzanotte&oldid=117969640, Golden Globe per il miglior film drammatico, Voci con modulo citazione e parametro pagina, Errori del modulo citazione - pagine con data di accesso senza URL, Voci con modulo citazione e parametro pagine, Voci non biografiche con codici di controllo di autoritÃ, Srpskohrvatski / српскохрватски, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Fuga di mezzanotte (Midnight Express) è un film del 1978 diretto da Alan Parker.. Brutale evocazione dell'universo carcerario in Turchia, la pellicola narra la storia realmente accaduta dello studente universitario Billy Hayes, arrestato all'aeroporto di Istanbul per possesso di hashish, condannato inizialmente a quattro anni di reclusione e in seguito all'ergastolo nel carcere di Sağmalcılar. Per interpretare la parte della spia Rifki, Parker aveva pensato subito ad un personaggio con gli occhi chiari, lo cercò inizialmente in Germania, poi la scelta cadde su Paolo Bonacelli; così fece il provino, leggendo le battute in inglese con un accento straniero, convinse il regista, e dopo dieci giorni l'attore era a Londra a provare il trucco. Una di queste, spezzata dal vento, la scorsa estate era precipitata in strada, Dopo la pausa forzata il Mavs riapre i battenti in tutto il suo splendore, con grandi novità. Malgrado il successo ottenuto, le critiche positive e gli elogi,[16] il film suscitò controversie e polemiche riguardanti la rappresentazione delle guardie turche e il trattamento nella prigione, molto differente da come veniva presentato nel libro. Anche se alla fine lui mi strappava la lingua con un morso.»[8], Fuga di mezzanotte venne girato con un rapporto d'aspetto di 1,85:1 in formato 35 millimetri con il processo cinematografico Spherical. Per l'americano inizia così un calvario che dura anni, durante i quali stringe un legame particolare con lo svedese Erich, che è omosessuale e lo desidera, comunque non ricambiato. Che cos'è successo alla fuga?». [35] Lo stesso disse il critico Andrew Sarris, affermando che i turchi erano stati rappresentati in modo brutale e perverso. [15], Il film mantenne comunque nel tempo una buona notorietà e critiche favorevoli, ricevendo tuttora giudizi positivi su siti e riviste specializzate. Oltre poi ad attori greci, armeni e maltesi (che interpretavano i turchi), furono impiegati attori statunitensi, quali Randy Quaid, Irene Miracle, Bo Hopkins e Paul L. Smith (nei panni del feroce secondino Hamidou - accreditato come Paul Smith), e inglesi, come John Hurt, il quale sembra che abbia accettato il ruolo senza preoccuparsi di conoscere a fondo il copione (quindi presumibilmente improvvisò spesso sul set),[15] e per calarsi nel personaggio evitò di lavarsi per giorni, tanto che molti collaboratori ed attori evitarono di avvicinarglisi durante le riprese a causa del forte odore. Un libretto di 32 pagine contenente foto di produzione, storyboard e un lungo pezzo. "Così come?" Il, Registrati nella Community di ValleSabbia News, Tamponamento testacoda e botto allo svincolo, Inviate a Vallesabbianews.it le vostre foto più belle, Auto ribaltata nel canale, salve madre e figlia, Caso appalto pilotato, interrogatorio di garanzia, Ancora lei, il ritorno della Gedàsä Gärétä, Spostamenti tra regioni, una decina le sanzioni. Un carcere del quale è difficile esprimersi a parole, mirava a colpire e scuotere il pubblico, quasi al punto di renderli increduli. Il tentativo di fuga però fallisce, grazie alla delazione di Rifki, e Jimmy viene accusato e nuovamente torturato. [16] Anche il regista Elia Kazan espresse un parere negativo, sul New York Times disse che "Fuga di mezzanotte non è solo razzista, è anti-umano". Viene quindi trasferito al reparto dei detenuti con malattie mentali, dove vaga ormai in stato confusionale tra gli altri prigionieri disturbati. ... trasformando La Balena della tempesta in un piccolo breviario emotivo sulla separazione e sulla natura di un’amicizia che resta viva anche a distanza. 06/02/2021 Serie A Femminile, fuga Falconara: Montesilvano-Kick Off 1-1. Il padre di Billy arriva dagli Stati Uniti per assistere al processo, e con l'aiuto del console assolda Yesil, un avvocato turco con una buona reputazione. Durante un incontro casuale con un giovane - un bianco, di classe media, studente di college - mi ha chiesto da dove venivo: "Dalla Turchia," dissi. Studi in lingua italiana o tradotti in italiano - E.L. Bartolini De Angeli, Ebreo per sempre in «Confronti» 33 (2006/9) 29-30 - E.L. Bartolini De Angeli, Il Padre Nostro nel contesto … [25] Di seguito sono riportate le varie tracce dell'album, dalla durata complessiva di 36:54 minuti:[26], «Se siete turbati per vostri motivi personali, se siete in quello stato di debolezza che favorisce gli incubi e i complessi di colpa, non andate a vedere questo film.», Fuga di mezzanotte venne mostrato per la prima volta nel maggio del 1978 durante il festival di Cannes, per poi venire distribuito nel corso dell'anno, nelle seguenti date:[28], Per le sue scene molto dure il film venne vietato ai minori di 18 anni in molte nazioni (Norvegia, Corea del Sud, Stati Uniti d'America, Australia, Regno Unito, Singapore, Brasile, Germania Ovest, Argentina, Canada e Cile). Denudato per ore davanti ai poliziotti, riceve la visita di un agente diplomatico americano, che convince Billy a collaborare con le autorità turche per far arrestare lo spacciatore: i due si recano al mercato dove l'americano ha acquistato la droga. È stato divertente massacrarci. Dopo aver visto il film in una sala di New York Alan Parker chiese a Hayes cosa ne pensasse, rispose: «Mi è piaciuto il film, ma mi manca la mia barca a remi. [Vallio Terme], Solida azienda cerca un profilo professionale. [13] Per questo ruolo l'attore venne candidato all'Oscar, lo stesso Billy Hayes disse che la sua caratterizzazione del personaggio era sorprendentemente simile al detenuto su cui è ispirato. [43] La storia di fondo del film è fedele all'autobiografia di Hayes, mentre molti episodi sono romanzati: come la scena in cui, appeso a testa in giù, il protagonista viene torturato dalle guardie. [5], L'edizione blu-ray del film venne distribuita a partire dal 21 luglio 2009, venendo accolta da plausi moderati, che incensarono la quantità di materiale aggiuntivo e la resa di audio e video: «Il film non splenderà mai nell'alta definizione e non dovrebbe, visto che il film è stato girato per essere appositamente sporco e poco preciso». Non mancarono però le contestazioni: poco dopo la proiezione a Cannes, una dichiarazione di protesta fu rilasciata in tutto il mondo dal ministero turco, con l'intento di vietare la visione del film negli altri paesi;[13][16] fu perfino inviato un mandato d'arresto per Billy Hayes attraverso l'Interpol. Per interpretare il ruolo del protagonista inizialmente furono presi in considerazione Richard Gere e John Travolta,[13][15] poi la parte fu affidata a Brad Davis, che era noto all'epoca per la partecipazione ad alcune serie televisive di quegli anni,[13] ma non aveva ancora recitato in nessun ruolo importante, e a differenza degli altri Davis dava una sensazione di vulnerabilità che secondo i produttori era una caratteristica utile al personaggio. 31/01/2021 Ho esagerato nel drammatizzare la sceneggiatura. Furioso, Billy copre di contumelie i turchi; al termine, il giudice riduce la condanna a trent'anni. A molti "fratelli" oggi sfuggono tutta una serie di informazioni sul passato dell'organizzazione che fanno luce sulla natura di questo culto. Ad Alan Parker era stata offerta la direzione di The Wiz, ma il progetto non lo attraeva e rifiutò (la regia fu poi affidata a Sidney Lumet). [14] Fuga di mezzanotte nacque per caso: Parker stava camminando lungo la Quinta Strada di New York, quando un membro della Columbia Pictures gli presentò il libro di Hayes. [42] Nonostante ciò, elogiò comunque il lavoro di regia sul film. Billy tenta però la fuga, venendo immediatamente riacciuffato e quindi trasferito nel carcere di Sağmalcılar. Il 29 aprile 1985 venne poi distribuita da Casablanca Records. La stessa auto ne ha tamponate altre due in due momenti diversi, a poche decine di metri di distanza, dopo una doppia fuga al controllo dei Vigili, Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto), Tamponamento a catena Quattro i veicoli coinvolti nel tamponamento, avvenuto poco fa a Gavardo, e due le persone soccorse, fortunatamente senza gravi conseguenzeÂ, Tamponamento sotto la S. Biagio Nessun ferito, ma qualche disagio alla circolazione a casa di un tamponamento che fra le uscite di Villanuova e Gavardo, lungo la 45Bis, ha coinvolto un’auto e un camion, Grave al Civile dopo il tamponamento Brutta disavventura per il 14enne di Gavardo che con lo scooter è finito addosso ad un’auto, mentre viaggiava sulla Provinciale 116 fra Bostone e Gavardo, Tamponamento in via Quarena Pochi danni, per fortuna, per la giovane donna coinvolta in un incidente mentre stava viaggiando con la sua auto lungo via Quarena in direzione del centro di Gavardo, Tamponamento testacoda e botto allo svincolo Prima un tamponamento, poi il testacoda ed il frontale. Nelle settimane successive Billy tenta di ottenere la sua liberazione attraverso il sistema giudiziario turco. [42] Già pochi anni dopo l'uscita il produttore David Puttnam disse che il film era basato su un "libro disonesto",[13][37][42] e in effetti l'autore inventò diversi episodi nella sua versione letteraria. La cerimonia si svolse allo Shrine Auditorium di Los Angeles, e a proposito il compositore ricordò: «Parker mi chiamò per la colonna sonora di Fuga di mezzanotte. [13] La sequenza fu così reale che sconvolse molti dei presenti sulla scena, che si allontanarono perfino dal set. Curiosa la dinamica di un incidente avvenuto sullo svincolo della tangenziale a Gavardo. Venne poi distribuito nuovamente nel mese di luglio 2009. Il giovane mi guardava come se fossi un alieno proveniente da un altro pianeta...», Lo sapevate che? [16], A partire dal 12 febbraio 2008 la Sony Pictures Home Entertainment rese disponibile nei negozi il film in DVD, in corrispondenza con il trentesimo anniversario del film, con sottotitoli in arabo - danese - finlandese - hindi - inglese - inglese per non udenti - italiano - norvegese - serbo - croato - slovacco - sloveno - svedese, e audio Dolby Digital 5.1. Scoperto da Rifki, un detenuto disprezzato dal resto della prigione per essere un fedele informatore dei secondini, viene torturato dal capo delle guardie, Hamidou. [51] In Italia il film venne distribuito in VHS nelle edicole, dal quotidiano l'Unità il 9 marzo del 1996. Il produttore David Puttnam stava per essere assunto a Los Angeles, presso la società Casablanca. "È... è davvero così?" [14], Fin dall'inizio, Parker e Stone si orientarono verso una storia di "disumanità dell'uomo verso l'uomo". [30], L'evento ebbe contraccolpi positivi, riuscendo a generare curiosità nel pubblico e ottenendo un'affluenza massiccia in Inghilterra, Francia, Finlandia e Paesi Bassi,[31] prima di essere distribuito negli Stati Uniti dove venne fortemente criticato dalla maggior parte dei recensori, che lo definirono un film razzista che incita a odiare un'altra nazionalità;[13] ma ciò non condizionò il pubblico, lo stesso David Puttnam raccontò di aver assistito a una proiezione del film a New York dove trionfavano applausi dagli spettatori - anche se questo particolare lo turbò, poiché si aspettava una reazione diversa, più amareggiata. La guardia era così disprezzata e temuta dai detenuti che, appena giunta la notizia della sua morte, l'intero carcere applaudì. [15] Non furono usate controfigure, fatta eccezione per la caduta iniziale di Rifki sul letto a castello; ricordò a proposito Bonacelli (il quale rammenta con molto piacere il personaggio da lui interpretato nel film): «Abbiamo provato una domenica intera e poi abbiamo girato in due giorni, con più macchine da presa. Un tipo sporco e cattivo. La scelta del cast fu particolarmente accurata: per aumentare l'impatto col pubblico e rendere il film più credibile possibile, il regista preferì scritturare attori poco conosciuti piuttosto che grandi stelle. Italiani in fuga dal dittatore Tito. Non avevamo in mente di fare un film razzista, pensavamo solo di fare un film sull'ingiustizia. [49] Il film venne successivamente pubblicato in Turchia, al cinema e in seguito in DVD. Il pubblico dibattimento si conclude però con una condanna a quattro anni di reclusione. [11] Hayes precisò comunque che il messaggio del film non era quello di mettere in cattiva luce il paese turco incitando alla diserzione, ma di non imitare il suo esempio. [16] Argomento di discussione fu anche il linguaggio dei turchi (attori in prevalenza greci e armeni) nel film, che a quanto pare parlavano un gergo inventato. Ho drammatizzato molto, però è vero che anche le organizzazioni umanitarie all'epoca denunciavano le bestialità di quelle carceri. Tutto qui. Nel 1974, 53 giorni prima del rilascio, Billy viene convocato in tribunale per un nuovo processo richiesto dal pubblico ministero. Prima di iniziare a girare si preparava sempre usando tecniche di concentrazione, compreso lo yoga. Il problema principale era organizzare e strutturare gli eventi in ordine cronologico. Prodotto da Alan Marshall e David Puttnam e tratto dall'omonima autobiografia di Hayes, adattata per il grande schermo da Oliver Stone, il film venne acclamato per le sue scene di forte realismo e di notevole impatto emotivo,[3][4][5][6] distinguendosi subito come uno dei thriller più notevoli degli anni settanta e consacrando il talento registico di Alan Parker. L'accusa gli contesta il reato di contrabbando e la pena viene trasformata in ergastolo, come imposto dall'alta corte di Ankara. Io ne ho incontrati, pure in carcere.»[42] Il regista rispose dicendo che mettere qualche turco buono sarebbe stato come fare vedere un nazista che offre una sigaretta agli ebrei che entrano nelle camere a gas, e l'impatto sul pubblico si sarebbe indebolito. La situazione peggiora ulteriormente: viene trovato dell'hashish indosso a Rifki, che per vendicarsi scarica la colpa su Max, il quale viene portato via a forza dalle guardie. [40] La pellicola ebbe quindi un impatto decisamente negativo sui turchi, che vennero visti con sdegno dagli altri paesi, come testimoniò anche il giornalista televisivo turco Haluk Sahin. Il libro riporta l'arresto di Hayes da parte delle autorità greche che lo ritengono un cittadino turco, prima della definitiva liberazione. Un gioco. In fuga dal temporale, ... fortemente evocativo e in grado di ampliare lo sguardo su ulteriori riflessioni legate alle peculiarità geografiche delle differenti aree del mondo. [21], Alan Parker rimase colpito quando ascoltò il brano I feel love, che Moroder aveva composto per Donna Summer nel 1977,[22] così lo chiamò per comporre le musiche del film, grazie a cui Moroder ottenne poi l'Oscar per la migliore colonna sonora originale. La caratterizzazione del personaggio non fu complicata: «Non c'era un grande studio psicologico - ricorda l'attore - Rifki, questo era il suo soprannome, era una spia, uno spacciatore. La scena fu attentamente curata per una resa di maggior impatto possibile: difatti la lingua che Davis sputa in aria è autentica, si tratta di quella d'un maiale. Un bluff», Billy Hayes tells his version of 'Midnight Express', Haluk Sahin: «Mi ricordo la prima volta mi sono reso conto della gravità del danno causato da "Fuga di mezzanotte". E poi, negli anni settanta, quando l'ho visitata, la Turchia mi è sembrata un posto molto ottomano. [2] Nonostante gli apprezzamenti di critica e pubblico, tanto da diventare negli anni un film culto,[10][11][12] Fuga di mezzanotte ricevette opinioni contrastanti in merito alla sua poca fedeltà al libro di Hayes, in particolare per come vennero raffigurate le guardie turche.[13]. Recuperata la pistola di Hamidou, indossa una divisa e fugge dalla prigione, attraversando il confine con la Grecia, per poi arrivare negli Stati Uniti tre settimane dopo. La fuga la firmano Testa e Pierich con le triple del 54-68 al 36′, poi Anumba mette la ciliegina sulla torta faentina con la schiacciata del 57-70. Ci sono cose che cambierei ora, cose che farei con una maturità intellettuale o politica che non credo di aver avuto allora.»[37], Billy Hayes, in particolare, restò deluso dal film, sia per come vennero raffigurati i turchi sia per la parte finale della fuga dal carcere, del tutto diversa da come l'aveva descritta lui nel libro. Jimmy cerca di fuggire per conto suo, passando per i tetti, ma viene scoperto e torturato dalle guardie carcerarie. Billy e Max decidono di vendicarsi bruciando i soldi che Rifki ha messo da parte collaborando come spia. Fuga di mezzanotte (1978) (anacronismi), Midnight Express. [30][42][43] Anche gli episodi di violenza (il film non mostra scene di violenza sessuale, ma ci induce a capire che il protagonista ne sia stato più volte vittima) risultano inventati; Hayes affermò di non aver mai subito abusi sessuali dai secondini, ma di aver avuto rapporti consenzienti con un compagno di cella (lo svedese Erich nel film), e quindi di non averlo respinto come ci mostra la pellicola;[13][15] questa scena suscitò anche un po' d'indignazione, secondo alcune voci Stone avrebbe rappresentato l'omosessualità nel carcere in modo negativo. Fuga di mezzanotte (Midnight Express) è un film del 1978 diretto da Alan Parker. La permanenza dell'americano in carcere diventa un inferno dantesco, dove si susseguono torture fisiche e mentali, fino a quando Billy decide, insieme a Max, di partecipare al nuovo piano di evasione di Jimmy. 07/09/2016 08:35 . [36], Il regista turco Derviş Zaim scrisse una tesi di laurea presso l'Università di Warwick sulla rappresentazione dei turchi nel film, dove concluse che il ritratto unidimensionale dei turchi come "terrificante" e "brutale" servì solo a rafforzare il risultato sensazionale. Billy, nuovamente motivato, programma la sua fuga, indicata nello slang carcerario come il Midnight Express da prendere: dà l'addio a Max (ormai perduto in uno stato di totale disordine mentale e fisico) dicendogli che tornerà a prenderlo, e cerca poi di corrompere Hamidou per farsi portare in infermeria e tentare così un'estrema fuga.