La comunicazione non verbale è quella parte della comunicazione che comprende tutti gli aspetti di uno scambio comunicativo che non riguardano il livello puramente semantico del messaggio, ossia il significato letterale delle parole che compongono il messaggio stesso, ma che riguardano il linguaggio del corpo, ossia la comunicazione non parlata tra persone. La comunicazione non verbale in psicologia fa riferimento ad una vera e propria lingua che tutti parlano col proprio corpo, ma che in pochi riescono ad “ascoltare con gli occhi”. Possiede oltre 20 muscoli molto contrattili che permettono diverse combinazioni di contrattura che generano diverse direzioni dello sguardo; molte espressioni del volto. Quest'ultima forma di comunicazione riguarda i bambini e gli adulti, i quali, comunicano attraverso la modalità non verbale, a volte intenzionalmente, altre volte in modo non intenzionale, non sempre, infatti, è possibile tenere sotto controllo le proprie emozioni o … Parlando di comunicazione verbale e non verbale, quest’ultima ha sicuramente un ruolo cruciale nel rapporto con gli altri. a. la comunicazione è un processo; essa, infatti, prevede l'interazione di due operatori che mettono in opera comportamenti ben determinati (di generazione di messaggi, di loro “traduzione” tramite un codice (una lingua), di loro trasmissione, di loro interpretazione, di loro comprensione) al fine di raggiungere fini precisi in maniera interattiva e graduale; comunicazione non verbale), mentre sulla parte sinistra riporterò quanto è possibile ascoltare (comunicazione verbale) Esempi di Carta a T: T – Chart Incoraggiare Ciò che vedo (Non verbale) Ciò che sento (Verbale ) •Colpo sulla spalla •Battito delle mani •Uno sguardo e un piccolo movimento della testa che esprime assenso Se la ricerca empirica sugli aspetti sopra analizzati risulta carente, un maggior contributo sull’analisi della comunicazione non verbale come variabile determinante sulle valutazioni dei soggetti da selezionare, arriva dai diversi studi che hanno analizzato gli aspetti relativi alla gestualità, alla postura e … Rapporto frà comunicazione verbale e comunicazione non verbale 209 3. E’importante capire anche il linguaggio non verbale (cenni di assenso, espressioni del viso, gesti e atteggiamenti del corpo); ciò permette di controllare qual è il sentimento e la relazioni tra gli interlocutori. La comunicazione efficace è un processo di scambio di informazioni fra due o più persone basato su 7 caratteristiche specifiche. COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE Cagliari, 7 e 14 aprile 2014 Dr. Rita Cannas. La comunicazione verbale è di tipo discreto - ovvero caratterizzato da parole distinte con un significato ben differente. Non è possibile toccarsi. La comunicazione non verbale, o analogica, comprende invece tutti quei codici che non si avvalgono delle parole: espressione corporea, musica, disegno, uso del colore, che rappresentano la realtà attraver- Odore e calore sono input minimi. Share this event with your friends. Università di CagliariCagliari Trasmettere e ricevere idee usando le parole. La comunicazione non verbale è legata alle emozioni, nasce dall’incontro faccia a faccia con i propri simili, il quale suscita emozioni diverse: paura, aggressività, ecc. La comunicazione non verbale Argyle (1972) Ekman e Friesen (1968) • È per lo più involontaria • Chiarifica o contraddice il messaggio trasmesso dal linguaggio verbale • Regola gli scambi interpersonali (tempo, pausa, parlato) • Sostituisce il linguaggio parlato in particolari situazioni Hosted by. La comunicazione non verbale nei contesti professionali, ed in particolare nei colloqui di selezione del personale, rappresenta un aspetto importante, anche se troppo poco studiato nei contesti lavorativi reali. La comunicazione verbale (CV) utilizza un codice digitale fatto di segni arbitrari, cioè di simboli utilizzati convenzionalmente per designare una determinata parola. Per contro, la comunicazione non verbale riguarda tutti i segnali visibili che una persona invia in modo consapevole o inconsapevole. Letteratura italiana - Appunti — Percorso multidisciplinare sulla comunicazione non verbale. La comunicazione non verbale è spontanea e sfugge in buona parte al nostro controllo. Tesina maturità sulla comunicazione non verbale. In sintesi, potremmo dire che le parole e la nostra capacità di controllare il messaggio definiscono la differenza tra comunicazione verbale e non verbale. Il verbale non esiste senza il verbale •La comunicazione verbale si è costituita sulla piattaforma non verbale di comunicazione. l. La comunicazione non verbale: dove la natura incontra la cultura 207 2. GLI ASSIOMI DELLA COMUNICAZIONE Noi comunichiamo utilizzando una modalità verbale e, al tempo stesso, una modalità non verbale Tesina maturità sulla comunicazione non verbale. La comunicazione verbale è volontaria e sotto il nostro diretto controllo. 0 Interested. 3 ©Giovanna Cosenza 2008-2009.Comunicazione efficace 13 La comunicazione non verbale Nel caso di una contraddizione fra ciò che si afferma e ciò che si manifesta con il linguaggio del corpo, si tende in genere a dare più credibilità al linguaggio NON verbale. 207 IX. Cosa comunichiamo con i nostri gesti, la nostra postura, la nostra espressione facciale? La comunicazione non verbale può offrire delle informazioni aggiuntive alla comunicazione verbale, come quelle che riguardano lo stato d’animo del soggetto e l’intenzione del messaggio (per esempio far ridere o esprimere ironia). Paraverbale = il come lo esprimo. La comunicazione è un processo di scambio reciproco di informazioni, la comunicazione efficace si valuta dal risultato non dalle intenzioni, essa ha alcune caratteristiche che ne determinano la qualità, vediamole, ma prima è necessaria una premessa. Comunicazione non verbale. In quest'ambito si interpretano, ai fini dell'interazione sociale, postura, gesti, movimenti, espressioni e mimica che accompagnano o meno la parola rendendo la comunicazione umana più marcata, ancora più chiara e comunicativa. Il terzo livello riguarda il non verbale, ovvero tutto quello che si trasmette attraverso la propria postura, i propri movimenti, la posizione occupata nello spazio rispetto all’interlocutore, ma anche il proprio modo di vestire. •Senza le premesse delle pratiche non verbali il linguaggio non sarebbe mai sorto nella nostra specie. La comunicazione verbale è basata sul linguaggio (in tutte le sue forme). Il sistema cronemico 235 7. Verbale = messaggio o contenuto. La vista diventa il canale sensoriale dominante. La comunicazione avviene prevalentemente in modo verbale e non con il tatto. Il sistema cinesica 219 5. Letteratura italiana - Il Novecento — Percorso multidisciplinare sulla comunicazione non verbale. La comunicazione può essere di tipo non verbale o di tipo verbale. Collegamenti con: Paul Ekman, la comunicazione non verbale della propaganda nazista, George Orwell e "1984", Natalia Ginzburg, Quintiliano, tecnologia e scienza, Espressionismo tedesco, il linauggio del corpo nella musica e danza. La comunicazione non verbale Analisi del linguaggio corporeo 9788854841284 In questo manuale vengono descritti tutti gli aspetti della comunicazione non verbale partendo dalle premesse scientifiche fino a giungere ad un sistema strutturato che consente di acquisire un modus operandi riguardo all'analisi del linguaggio del corpo. Il sistema prossemico e aptico 232 6. La comunicazione non verbale, il cosidetto linguaggio del corpo, anticipa e accompagna l'espressione verbale e ha una valenza fondamentale nello sviluppo della parola. Il corpo fa parte della comunicazione non verbale. E’ la zona elettiva per la comunicazione non verbale. La comunicazione non verbale non è specifica dell’uomo, addirittura alcune forme di comunicazione presentano grande somiglianza tra l’uomo e altre specie di mammiferi. Autore : Luca Brambilla Comunicazione Non Verbale Tempo di lettura: 1 minuto Per capire la vastità delle aree che riguardano la CNV occorre fare una breve disamina delle parti del corpo che possono emettere segnali utili per meglio comprendere il contenuto che vuole veramente esprimere una persona. La comunicazione non verbale Tra i soggetti comunicanti esiste a priori o si instaura una relazione. La comunicazione non verbale include, ad esempio, la postura, i gesti, l'espressione del volto, il tono di voce e il ritmo. •Esiste quindi un’asimmetria strutturale fra linguaggio e sistemi non Tipi di linguaggio non verbale: esempi Potremmo ancora avere dei dubbi su come funziona il linguaggio non verbale. Comunicazione non verbale. Riassunto del modulo di comunicazione non verbale, delineando i principali aspetti del linguaggio del corpo in comunicazione non verbale. Le informazioni date dai canali visivi sono meno dettagliate rispetto alla distanza personale Le comunicazioni avvengono vocalmente ad un normale livello di voce. Esistono più livelli di comunicazione, ed ora vedremo le dinamiche nel faccia a faccia, perchè quando le persone comunicano al telefono, i parametri appaiono ben diversi da questi sotto citati. In termini comportamentali, la sequenza è la seguente: stimolo-risposta-stimolo-risposta e così via fino a che la comunicazione non si ferma. La comunicazione non verbale (CNV) utilizza prevalentemente un codice analogico, cioè riproduce per immagini ciò di cui si riferisce, cioè utilizzando gesti, rituali, ecc. 1 INTRODUZIONE ALLA COMUNICAZIONE • Parlare non significa comunicare • La comunicazione non verbale • Impatto • Ascolto attivo 4 2 TECNICHE PER RAFFORZARE LA COMUNICAZIONE • Abilità tecniche per migliorare la capacità comunicativa e l’impatto • Tecnica delle domande 11 3 OSTACOLI ALLA COMUNICAZIONE Non Verbale = comportamento non verbale… Quella non verbale invece esprime significati che vengono interpretati per somiglianze e analogie. La comunicazione non verbale. La comunicazione non verbale passa attraverso il gesto, lo sguardo, la postura, i movimenti mimici, il corpo, le espressioni facciali, il sorriso Il sistema vocale 214 4.