L'UNESCO, ha stabilito sin dal 1960 il diritto allo studio degli studenti e nel 1996 le "Raccomandazioni relative allo status degli insegnanti" (Recommendation concerning the status of teachers). ), Educación diferenciada, una opción razonable, Pamplona, Eunsa. L’insegnante inizialmente espone concetti utilizzando prettamente modelli, successivamente lascia la parola agli uditori affinché chiedano chiarimenti. Possiede inoltre forme di retroazione tra le quali quella più tipica si instaura tra docente-discente e mette spesso in atto processi di apprendimento reciproco. Nel mentre si monitoreranno i risultati, se è necessario cambiare metodo o si sta percorrendo una strada che porterà a un esito positivo. London: Falmer Press. Bambini e ragazzi appartenenti alla comunità sorda necessitano di pedagogia speciale. I progetti sviluppati in questa direzione hanno aperto la strada alla sperimentazione, nell'ambito della prevenzione dei comportamenti a rischio, del video inteso, innanzitutto, come strumento di lavoro per rendere più efficace la peer education. Scegliete uno stile che possa rispecchiare a pieno la vostra personalità seguendo questi preziosi consigli. Vidal E. (2006) (ed. Sarah, E. – Scott, M. – Spender, D. (1980) “The education of feminists: the case for single-sex schools” in D. Spender – E. Sarah (Eds) Learning to Lose: sexism in education. Il termine curriculum come "corso di esperienze formative" pervade anche l'opera di John Dewey (che era in disaccordo con Bobbitt su molti punti essenziali[13])[14][15] e che poneva l'accento sul concetto di esperienza ed in particolare sull'esperienza sociale che nasce dall'interazione tra l'uomo e l'ambiente dal quale si sviluppa il pensiero dell'individuo. Nel problem solving si individuano degli elementi caratterizzanti. È bene scegliere un momento della giornata o un giorno della settimana in cui verrà svolto. Il mio ragazzo viene dopo tanto. (1999). Nel Medioevo i primi testi scritti sul comportamento dei nobili (dopo il periodo classico) raccomandavano addirittura di non sputare a tavola, mentre dal rinascimento in poi si sono introdotte regole sempre più complicate, creando il cosiddetto galateo, le etichette di corte, ecc. La ricerca-azione o (action research) teorizzata negli anni quaranta dallo psicologo tedesco Kurt Lewin e le teorie dell'action learning proposta dal britannico Reg Revans (Revans, R. 1983) negli anni cinquanta diedero un importante contributo nello spostamento dell'attenzione dalla teoria educativa alla prassi. Esistono fondamentalmente tre categorie o sistemi di educazione: i sistemi "formali", quelli "non formali" e quelli "informali". Spender, D. (1982) Invisible Women: the schooling scandal. laprofy. Conoscenza, Processi cognitivi e filosofia della mente, il prodotto, Apprendimento, Didattica, Matetica, Pedagogia e Scienze dell'educazione, Apprendimento a Distanza e Tecnologie della comunicazione, Comportamento, competenze, aspetti sociali dell'apprendimento, Educazione come conformità alle norme sociali. Nell’ambito educativo è una metodologia che trova numerose approvazioni in quanto permette agli studenti di mantenere la concentrazione su un determinato argomento, poiché viene richiesta la propria opinione che consentirà di creare una definizione univoca del concetto posto in partenza.[34][2]. Tanti auguri per questo giorno speciale. Un altro motivo di confusione è anche dovuto al diverso uso che si fa del termine educazione in altre lingue (ad es. nella lingua inglese con "education" si tende spesso a indicare "istruzione"). Ciò è legato al particolare ruolo che il gruppo dei pari gioca in questa fase del ciclo di vita in cui i cambiamenti da gestire sono molti e profondi: è anche grazie al gruppo dei coetanei che l'adolescente afferma la sua identità, delinea spazi di autonomia dalla famiglia e costruisce relazioni affettive al di fuori di essa[15]. Ad esempio agli ospiti di un ostello è sufficiente che il personale sia cortese e disponibile a rispondere a qualche domanda sulla città, mentre in un albergo a 5 stelle si hanno molte più aspettative; in un piccolo paese ci si aspetta di essere salutati e salutare praticamente chiunque, mentre in una grande città questo è praticamente impossibile. BURNOUT . Per l'educazione formale in particolare, esistono norme che stabiliscono precise garanzie: È un processo che nelle istituzioni dell'educazione formale richiede un apposito progetto educativo che viene utilizzato anche da organizzazioni volontaristiche come lo scautismo. Si vedrà una Gaia che ha scoperto di avere lati diversi e non li vuole incasellare. martinaa250818. Tobler, N.S. London: Writers and Readers Press. Oltre alla lista dei migliori hashtag per Instagram del 2021, ti darò altre informazioni utili che potranno aiutarti a comprendere meglio il funzionamento di Instagram. Dopodiché inizierà la fase vera e propria della ricerca in cui si studieranno cause, conoscenze e dati. Il tempo del cerchio sviluppa nel bambino competenze sociali e affettive. Alcuni orientamenti pedagogici ripropongono di dare spazio all'educazione differenziata separando fisicamente i due sessi, in tutte o in alcune fasi dell'azione educativa. Da anni ho intrapreso la strada della psicologia dell’emergenza e sono senior all'interno delle SPES (Squadre Psicosociali Emergenza Sociale) in collaborazione con il 118 per il supporto ad amici e familiari in caso di lutto improvviso. Il corpo umano ha bisogno di movimento, sia per una corretta crescita, sia per il mantenimento di valide condizioni di salute. "Educazione paritaria". Tutti comprendono che, se Tizio ha un matrimonio da 10 e Caio da 7, Tizio sta meglio di Caio. Educatori professionali socio-pedagogici: Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, Ministero dell'Università e della Ricerca, Istruzione § Istruzione a livello internazionale, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, Costruzionismo (teoria dell'apprendimento), Interaction design in ambienti e-learning, Scuola secondaria di primo grado in Italia, Scuola secondaria di secondo grado in Italia, Strumenti organizzatori del contesto educativo, Immersione linguistica e lingue veicolari nell'apprendimento, Statuto delle studentesse e degli studenti, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Educazione&oldid=118418105, Collegamento interprogetto a Wikisource presente ma assente su Wikidata, Voci con template Collegamenti esterni e qualificatori sconosciuti, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. (ed. Uno sguardo al fenomeno. Morbo di Alzheimer. Monaco N. M. – Gaier E.L. (1992), Single-sex versus coeducational environment and achievement in adolescent females, in «Adolescence», 27, 578-594. Tuttavia, i primi progetti moderni di peer education risalgono agli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso con alcune iniziative, soprattutto statunitensi, di promozione della salute, prevenzione della droga, facilitazione dell'inserimento scolastico[11]. In questa fase attuativa (implementation), i peer educator realizzano, ad esempio, un blog o un video, distribuiscono volantini, organizzano laboratori di animazione o un ciclo di conferenze, disegnano murales etc. Noe R.A. (1998) Women and mentoring: A review and research agenda, Academy of Management Review, 13,65-70. L’insegnante chiederà ai bambini di disporsi ponendo le sedie in modo da formare un cerchio e si servirà di un oggetto di qualsiasi natura per gestire i turni all’interno della conversazione. Ad esempio in Europa è considerato maleducazione il far rumore mangiando, anche quando si tratta di minestre si dovrebbe essere silenziosi e non far sentire "risucchi"; viceversa in Giappone far sentire il risucchio mentre si mangiano degli spaghetti è considerato quasi doveroso, perché in tal modo chi mangia fa un complimento al cuoco (come se dimostrasse di mangiare con gusto). Le diverse idee verranno raccolte e scritte su una lavagna, si procederà con l’analisi di queste discutendone una risposta omogenea e obiettiva. The power of peer health education. L'educazione (dal verbo latino educĕre (cioè «trarre fuori, "tirar fuori" o "tirar fuori ciò che sta dentro"), derivante dall'unione di ē- (“da, fuori da”) e dūcĕre ("condurre"). In queste fasi anche colui che insegna "impara" a insegnare. Successivamente l’insegnante fornirà attività fondate sulla ricerca attiva e sul problem solving, rivestendo il ruolo di guida che darà aiuti nel caso fossero richiesti. L’insegnante deve predisporre la formazione del gruppo di lavoro affinché funzioni, e rendere al corrente degli obiettivi specifici che ogni partecipante dovrà raggiungere. (Eds) Education into the 21st Century: dangerous terrain for women? Non sempre è scontato conoscere il proprio corpo, ciò che gli fa bene o gli è nocivo. In. La prima disciplina che studiò sistematicamente i problemi dell'educazione fu la pedagogia, che si concentrò sull'educazione infantile. [4], Il termine è spesso ritenuto complementare a insegnamento o istruzione anche se quest'ultima tende a indicare metodologie più spiccatamente "trasmissive" dei saperi. Negli ultimi dieci anni in Occidente è segnalato in aumento il numero di obesi e di sovrappeso, specie in età giovanile, effetto dell'ipocinesia. Il concetto di "programma" viene poi sostituito da quello di "progetto educativo" e in particolare dalla "progettazione educativa per competenze"[28] si descrivono non solo i saperi da "trasmettere" ma anche i percorsi educativi da attuare per rendere possibile la formazione delle competenze che dovranno essere acquisite dai discenti. Durante una didattica frontale si possono utilizzare anche strumenti, quali manuali, libri di testo o supporti multimediali per la fruizione di materiali online. L'approccio enfatizza il ruolo dell'immaginazione nell'educazione[10][11] sviluppandosi in un percorso basato sulla libertà, creatività, moralità e responsabilità integrate nell'individuo. "Role Playing". In questa fase preliminare vengono dunque stabiliti finalità e obiettivi, come pure i criteri per il reclutamento dei peer educator. (1987), Teachers' sex, in Dunkin M.j. Medley, A., Kennedy, C., O'Reilly, K. & Sweat, M. (2009). Li Q., Teacher's beliefs and gender differences in mathematics: a review, in «Educational research», 1999, 41, 63-76. La metodologia si basa prevalentemente sull’uso di dispositivi elettronici quali computer o tablet, sia per la fase di studio individuale sia per quella di ricerca attiva. È quella che si svolge nei luoghi formali cioè deputati e formalmente riconosciuti come un sistema scolastico, dalla scuola primaria all'università, insieme con una svariata serie di istituti specializzati o di formazione tecnica e professionale: A fianco dell'educazione prescolare tradizionale, che segue il metodo montessoriano, in Italia nella seconda metà del Novecento si è sviluppato un approccio educativo per la fascia zero-sei anni che ha riscosso l'attenzione di pedagogisti, psicologi e studiosi di settore di tutto il mondo (Jerome Bruner, Howard Gardner, Gianni Rodari, James Heckman, ecc.). Sulla base dell'esperienza di formazione, delle competenze in essa maturate, del sapere locale relativo a quel contesto e alle caratteristiche specifiche dei destinatari che lo abitano, i peer educator ideano, progettano e realizzano iniziative connesse con i temi di salute che ispirano il progetto, in ciò utilizzando gli strumenti di comunicazione che ritengono più adatti ai destinatari loro pari. London: The Women's Press. – Sandler, B. Nel linguaggio quotidiano, per educazione senza altri attributi si intende semplicemente il comportamento dell'individuo con gli altri[2], e in genere si distingue in buona educazione (rispetto delle regole sociali, buon comportamento) o cattiva educazione (assenza di rispetto per le regole sociali, cattivo comportamento). Anche il comportamento della nobiltà europea è cambiato nel tempo. L’Interpretazione Dei Sogni di Freud è il classico dei classici, e in un elenco di libri di psicologia non potrebbe assolutamente mancare.. Freud riconosce alla vita onirica e alla sua interpretazione un ruolo chiave per la comprensione delle patologie psichiche – nevrosi e psicosi – ma anche delle motivazioni di tanti nostri atteggiamenti e peculiarità caratteriali. – Hoffman N. (1985) Sex of authority role models and achievement by men and women: Leadership performance and recognition, Journal of Personality and Social Psychology, 49, 635-656. Vi basteranno poche dritte per rivoluzionare il vostro aspetto! Boston: Houghton Mifflin, 1918. Nel 1631 il pedagogista ceco Comenio, nel suo Didactica magna ritiene che, al momento della nascita, la natura conferisca al bambino unicamente i "semi della scienza, della moralità e della religiosità", ma questi diventano di proprietà di ogni uomo soltanto attraverso l'educazione. Forme di scolarizzazione di questo tipo esistevano nell'antico Egitto già in un periodo compreso tra il 3000 e il 500 a.C. Il termine educazione è strettamente legato a quello di pedagogia, disciplina che, secondo la moderna accezione, si occupa del suo studio sistematico. Nel 1918 lo statunitense John Franklin Bobbitt nel volume The Curriculum[12] introduce nell'educazione il concetto di curriculum (o "curricolo") e lo spiega come «il corso degli atti e delle esperienze attraverso le quali un bambino diventa adulto». ), identifica almeno sette manifestazioni differenziate di "intelligenza", ognuna deputata a differenti settori dell'attività umana. L'educazione (dal verbo latino educĕre (cioè «trarre fuori, "tirar fuori" o "tirar fuori ciò che sta dentro"), derivante dall'unione di ē-(“da, fuori da”) e dÅ«cĕre ("condurre")., secondo altri deriverebbe dal verbo latino educare ("trarre fuori, allevare").) (1986). È possibile insegnare loro attraverso la lingua dei segni, l'oralismo oppure entrambi. Una più ampia diffusione di interventi che utilizzano i pari inizia dagli anni Settanta, estendendosi gradualmente in tutto il mondo e nei contesti più svariati, quali scuola, ospedali, carceri, comunità terapeutiche, ambienti lavorativi, palestre, centri di aggregazione giovanile etc. Anche i Romani avevano regole simili, e verosimilmente gran parte delle civiltà che hanno costruito delle strade. La lezione frontale è una metodologia formativa che permette la trasmissione di saperi teorici. 8 febbraio alle 23:35. Generalmente può esplicarsi in presenza di diverse tipologie di specifici contesti, attori e azioni: Sia gli studenti sia il personale delle istituzioni educative formali sono considerati utenti (utenti esterni e utenti interni) all'organizzazione educativa in quanto soggetti che, in diverse forme, qualità e quantità fruiscono di servizi. (2000). Pellai, A., Rinaldin, V. & Tamborini, B. Pinar, William F., William M. Reynolds, Patrick Slattery, and Peter M. Taubman. Watson J.B. (1913) Psychology as a behaviorist view, Psychological review, 20, 2, 158-177. Barrio J.M. Quasi tutti i Paesi del mondo (ma non l'Italia) festeggiano inoltre il 5 ottobre la "Giornata mondiale dell'insegnante" (World Teachers' Day) come proposto dall'UNESCO. Il modello greco della paideia venne in seguito ripreso e diffuso dai Romani, dai quali ricevette la sua forma umanistica occidentale più nota, e fatto proprio con vari adattamenti dai pensatori medievali e rinascimentali.[8]. Apprendimento cooperativo o cooperative learning. Di recente si è andato diffondere il concetto del "politicamente scorretto", che indica quella categoria di comportamenti o frasi che possono offendere una categoria sociale emarginata (ad esempio ironia a sfondo razzistico). Zanelli, Paolo - Uno 'sfondo' per integrare, Bologna, Cappelli (1986). Ad esempio la conoscenza di semplici macchine (come le leve) se ci si trova nella situazione di dover spostare pesi. Per questo mostra delle criticità in quanto si potrebbero ridurre i rapporti umani.[37]. L'educazione è basata fortemente sulla cultura di un popolo e può portare a delle regole molto diverse o addirittura opposte man mano che due culture si allontanano nello spazio o nel tempo. Educación diferenciada, Barcelona, Ariel. Co., 1992. Nel considerare la parità una possibile spinta al cambiamento e con ciò privilegiando una trasmissione orizzontale del sapere, la peer education si colloca come strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di passaggio di conoscenze, emozioni ed esperienze tra i membri di un gruppo; un intervento che mette in moto un ampio processo di comunicazione caratterizzato da un'esperienza profonda e intensa e da un forte atteggiamento di ricerca, autenticità e sintonia tra i soggetti coinvolti[9]. In tempi moderni nacquero poi le scienze dell'educazione e della formazione, che trattarono anche l'educazione continua in età adulta, rendendo questa accezione di "formazione" un sinonimo di educazione[7]. Nelle scuole le potenzialità positive del corpo vengono sviluppate talvolta direttamente con l'ausilio di esercitazioni finalizzate, talaltra ricorrendo alla pratica di sport quali ginnastica, pallavolo, corsa e simili. (1988). Shiner, M. (1999). Meta-Analysis of 143 Adolescent Drug Prevention Programs: Quantitative Outcome Results of Program Participants Compared to a Control or Comparison Group. Tuttavia, sebbene le strategie istruzionali possano essere parte di un percorso educativo, il significato di educazione è più ampio e mira a estrapolare e potenziare anche qualità e competenze inespresse. Essa va dalla conoscenza dell'apparato riproduttivo e quindi la relativa igiene, il ciclo mestruale e una conoscenza della trasmissione (e quindi prevenzione) delle cosiddette malattie veneree. 8 febbraio alle 23:35. Nel 1919 il filosofo austriaco Rudolf Steiner propone una teoria educativa nota come "Educazione Steineriana" o "Waldorf" nella quale l'apprendimento è interdisciplinare e integra elementi di operatività artistici e concettuali[9]. Spesso le consulenze sono online e occasionalmente lavoro anche “sul campo”. Ho accusato più questa seconda fase rispetto alla prima in cui sono stata ad Amici. [30] La prima elaborazione del costrutto è contenuta in (Zanelli, 1986). Qualora questo accada, è probabile che il fenomeno con cui si ha a che fare non sia una vera e propria ossessione. I pari sarebbero dunque dei modelli per l'acquisizione di conoscenze e competenze di varia natura e per la modifica di comportamenti e atteggiamenti, modelli efficaci in misura equivalente se non superiore ai professionisti del settore[8]. La media education[20] costituisce il nuovo terreno di sviluppo della peer education, andando così a convergere nella peer & video education, cioè un'attività di progettazione, realizzazione e diffusione da parte di un gruppo di giovani (peer) di prodotti video finalizzati alla prevenzione e destinati ad altri giovani[21]. La peer education si basa sul principio che la partecipazione attiva dei giovani nei loro processi decisionali incrementi in modo efficace il raggiungimento non solo degli obiettivi prefissati in quel progetto, ma anche il controllo critico su altri aspetti della vita quotidiana. Raffaello Cortina Editore, 1997, “Maschi e femmine a scuola. (2002). Intendendo per competenza la capacità di saper applicare determinate conoscenze in uno specifico contesto, al fine di raggiungere dei risultati previsti, mediante l'adozione di comportamenti adeguati. Gels F. L. – Boston M.B. L’assalto mentale, o brainstorming (letteralmente “tempesta di cervelli”), è una tecnica, utilizzata anche in ambito educativo-didattico, ma soprattutto nel contesto lavorativo gestionale e pubblicitario che ha lo scopo di raccogliere idee diverse per giungere a una soluzione a una problematica posta in partenza da colui che gestisce la conversazione. Si venne a delineare maggiormente l'idea di un processo di apprendimento evidenziato da una serie di comportamenti espliciti del discente al fine di dimostrare l'avvenuto raggiungimento di obiettivi specifici, eventualmente previsti da un "programma" predefinito. Foster, V. (1998) “Education: A site of desire and threat for Australian girls” in MacKinnon A. Lawrie, L. – Brown, T. (1992) “Sex stereotypes, school subject preferences and career aspirations as a function of single/missed sex schooling and presence/absence of an opposite sex sibling”. In questo contesto di cooperazione è fondamentale che ci sia un aiuto reciproco, in cui ci si sproni a vicenda per migliorare le prestazioni, perciò sarà fondamentale utilizzare competenze socialmente efficienti (leadeship, problem solving, decision-making, gestione dei conflitti). Un esempio. La conoscenza di tutto ciò che fa bene (e male) al corpo rientra nell'ambito dell'igiene. Esistono tre tipi di educazione: la formale, la non formale e l'informale. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 26 dic 2020 alle 11:15. [5], Role playing o gioco di ruolo nasce inizialmente come terapia psicologica per la gestione delle emozioni, è utilizzata tuttora soprattutto in ambito didattico e costituisce quindi una metodologia educativa che ha lo scopo di permettere al soggetto protagonista dell’apprendimento di immedesimarsi nel ruolo di un particolare personaggio. Un particolare aspetto dell'educazione fisica è l'ergonomia, ovvero l'assunzione delle posture più efficaci e igieniche. A method in search of a theory: peer education and health promotion. ), International encyclopedia of teaching and teacher education, Oxford, Pergamon Press. L'invenzione della scrittura rese maggiormente possibile non solo la preservazione, ma anche la diffusione del sapere. Il filosofo tedesco Immanuel Kant (1724-1804) apprezza il fatto che l'educazione sfrutti la natura umana a beneficio della società: "è piacevole pensare che l'umanità si svilupperà meglio per mezzo dell'istruzione e che potrà arrivare a dare forma e a convivere con la differenza. The Curriculum. Bobbitt, John Franklin. La peer education ricalca dunque un processo fisiologico e spontaneo quando considera i pari una leva per l'apprendimento e la crescita[17]. Educazione a livello europeo ed internazionale, Il Vocabolario etimologico della lingua italiana di, Il Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione, «La forza educativa proveniente dal mondo greco ha caratterizzato l'Occidente a partire dai Romani; è poi più volte rinata con continue trasformazioni col sorgere di nuove culture, dapprima con il, Carrie Y. Nordlund, "Art Experiences in Waldorf Education", Ph.D. Dissertation, University of Missouri-Columbia, May 2006. L'aspetto preventivo è inoltre variamente accompagnato da quello di promozione della salute e i progetti di peer education comprendono spesso tra i loro obiettivi lo sviluppo di competenze psicosociali come le abilità di comunicazione o l'empatia. Un ramo particolare dell'educazione alla conoscenza del proprio corpo è l'educazione sessuale, principalmente perché talvolta certi argomenti non sono trattati per pudore nelle società più evolute, e inoltre per le differenze tra uomo e donna che si ritrovano ad avere problemi e necessità differenti. È quella branca dell'educazione che utilizza attività motorie e sportive a fini formativi. & Prentice A. In essa, la naturale tendenza ad avere influenza sugli altri è organizzata in funzione di un obiettivo educativo: nei progetti di peer education, i giovani imparano l'uno dall'altro, come avviene nella vita di tutti i giorni[18], imparano da qualcuno che si pone le loro stesse domande e sta affrontando gli stessi problemi, con cui condividono interessi e linguaggio, riti e valori, uno che sa cosa significa essere un adolescente oggi, una persona credibile, di cui ci si può fidare[19]. Giesen H. (1992), Die bedeutung der koedukation fùr die genese der studienfa chwahl, in “Zeitschrift fùr pàdagogik”, 38, 67-81. Effetto lifting immediato: blush liquido e correttore. Questo tipo di approccio all’insegnamento trova la sua origine intorno agli anni ’80 del secolo scorso. British Journal of Educational Psychology 62, 132-138. Adoro che mia moglie sia guardata. Secondo i promotori di queste metologie, gli studenti dei due generi trarrebbero diversi benefici dall'inserimento in classi o gruppi di apprendimento composti da persone dello stesso sesso[38]. Il decalogo dei peer[22] è il prodotto di un modello di riferimento che delinea la peer education sia come un processo di cambiamento intenzionale che utilizza risorse non professionali, sia come approccio partecipativo alla prevenzione. Tutto vero, ma non potrà mai nascondere le negatività. Riprendendo Freire, tali iniziative di prevenzione e promozione della salute mirano a promuovere lo sviluppo di una coscienza critica[24], il che conferisce alla peer education una dimensione politica, comunitaria. Potete avere un effetto ottico in grado di sollevare in maniera significativa la zona vicino alle tempie serve un correttore chiaro, dal color porcellana o beige, e uno scuro, di norma utilizzato per il contouring sotto gli zigomi.Optate per un marrone terra. Tiedemann J. Se l'abito non fa il monaco. Seguendo la centralità dei “cento linguaggi” di cui l'essere umano è dotato, tramite gli spazi atelier viene offerta quotidianamente ai bambini la possibilità di avere incontri con più materiali, più linguaggi, più punti di vista, di avere contemporaneamente attive le mani, il pensiero e le emozioni, valorizzando l'espressività e la creatività di ciascun bambino e dei bambini in gruppo. Se il termine è stato coniato per le regole attuali, già ben prima dell'invenzione del motore a scoppio esistevano delle regole, anche se molto più semplici e talvolta usate per non causare dispute. Gli attuali sviluppi della peer education evidenziano sempre più la necessità che essa si sviluppi come intervento radicato nel contesto e goda dell'appoggio di una rete sociale e politica[27].