Il narcisista non prende più l'iniziativa di farsi vivo, manco con il … Oltre al senso di colpa e alla frustrazione di non ricevere più le attenzioni della persona amata, ciò che il trattamento del silenzio infligge alla vittima è un continuo abbassamento della sua autostima. IL SILENZIO DEL LUPO . Sentirsi oscillare tra essere un dio e cadere nel baratro. Poi Liboni fugge e spara ancora, i militari rispondono al fuoco e lo colpiscono. Ciò significa che, se lui sa da chi poter andare nel mentre che attua il trattamento del silenzio, lo farà. Ebbene sì, la persona sottoposta al trattamento del silenzio del narcisista è la sua vittima, alla quale egli ha deciso di infliggere una punizione. Fare di tutto per interromperla, perché può solo peggiorare, costringendovi a rimanere in una sorta di girone dantesco, dove ciclicamente si ripetono e si alternano gli abusi, le punizioni e i fasulli ripescaggi. Il trattamento del silenzio è un invisibile abuso emotivo. I contenuti presenti sul sito www.passaggilenti.com non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti agli autori o collaboratori del sito. Nella guida di oggi ci addentreremo in una delle tante tecniche attuate dal narcisista: il silenzio punitivo. Lui, con pochi espedienti, ottiene tutto il rifornimento di cui necessita (sebbene non basti mai perché è perennemente affamato, infelice e insoddisfatto). La cultura del narcisismo. Tendenzialmente non c’è un “tempo limite” che indica in modo preciso la durata del silenzio narcisistico. Anzi, la realtà è che la durata è molto variabile: Ma, da che cosa dipende? Può non rispondere più a telefonate e messaggi, può visualizzare le chat e non rispondere o non visualizzarle per niente. Finché questo passaggio non avviene, la vittima continuerà a ricoprire i panni della vittima. Tra i vari comportamenti del narcisista, infatti, troviamo l’alternarsi di denigrazione e fasi di silenzio, che portano l’altro a sentirsi svilito, sminuito e colpevole. E questo, il narcisista lo sa molto bene: ecco perché attua il suo silenzio. Si tratta di una violenza in modalità passiva: un mezzo per soverchiare l’interlocutore, costringendolo a una condizione subalterna, in cui resterà appeso alle mancate parole dell’aguzzino. In altre parole, il silenzio punitivo del narcisista viene fuori nei confronti di coloro che possono realmente patirlo e soffrirne. uscire da una relazione tossica con un narcisista? L'individuo in fuga dal sociale in un'età di disillusioni collettive [Lasch, Christopher, Bocconcelli, M.] on Amazon.com.au. Difatti, non c’è alcuna razionalità dietro al trattamento del silenzio del narcisista. Perché, per il narcisista, i sentimenti che il/la partner prova per lui, sono espressione di debolezza e, per questo, da manipolare. A turno vengono sottoposte al silenzio punitivo, secondo le personali esigenze del narcisista. Il narcisista, a questo punto, sparisce. Da un giorno all’altro smette di parlare, non ti prende più in considerazione ed evita qualsiasi forma di contatto fisico. In questo modo, egli potrà continuare a soddisfare i suoi bisogni narcisistici nel mentre che, una delle sue vittime, è sottoposta al suo silenzio. 24-gen-2018 - Il silenzio del narcisista è la più crudele delle armi che sia in grado di utilizzare ed è quella che, più di ... Leggi tuttoIl silenzio del narcisista, l’attesa della vittima Al narcisista sarà richiesta una spiegazione, valida e plausibile, per il suo silenzio, perchè la vittima percepisce questa punizione spropositata e, pensando di aver fatto qualcosa di male o di averlo in qualche modo offeso, si umilierà chiedendo scusa. Il grande dispendio di energia avviene solo da parte della vittima. La vittima, infatti, inizierà a pensare di non essere abbastanza per il suo compagno, infliggendosi ulteriore dolore: Questo è l’effetto collaterale forse peggiore di tutta la vicenda. Ed è sempre un modo per il narcisista di ottenere un po’ di tempo libero per stare con qualcun altro o per dedicarsi ad altre nuove fonti di approvvigionamento. Clicca qui e consulta il Media Kit di Passaggi Lenti. Una persona empatica non accetterà il silenzio dicendosi “Va bene, sarà impegnato… ci sentiremo quando potrà… io, intanto, continuo la mia vita”. Solo in questo modo si potrà recuperare il rispetto verso se stesse e ritrovare lo slancio per iniziare una storia d’amore sana, che non umili, che non sia basata su dei giochi di cattiveria e che non porti alla denigrazione dell’io. Il camminare lento come incontro tra natura, arte e storia. Ad ogni modo, evidenziare interesse, tristezza o disperazione al narcisista è tutto ciò che di più sbagliato si possa fare. La gelosia e l’insicurezza si fondono, creando uno scenario da cui è difficile uscire. E il/la partner? Mi teneva lì, leggeva tutto, non rispondeva mai o quasi e raramente in modo soddisfacente. Il narcisista capirà che sono tentativi di attirare la sua attenzione e non li prenderà minimamente in considerazione, deridendoli. La lusinga ha la funzione di riaccendere la speranza nella vittima al fine di riacquisire il controllo psicologico su di lei, una volta ripreso il controllo, l’autostima del narcisista inizialmente compromessa dal tentativo di fuga della preda è istantaneamente riparata e il rapporto torna allo stadio precendente. Tutto questo “gioco” viene solitamente messo in atto nei confronti di una persona che è a stretto contatto con il narcisista, come la compagna o la moglie. In aggiunta, è importante essere a conoscenza del fatto che il silenzio punitivo del narcisista non è qualcosa che si verificherà una volta sola. D’altronde, nel momento in cui qualcuno smette di parlarci, è normale interrogarci sulle nostre azioni, pensando dove abbiamo sbagliato e perché si è creata questa situazione. Ma, comunque, durante il trattamento del silenzio, il narcisista non pensa alla sua vittima, se ne sente completamente distaccato, emotivamente e mentalmente. Per proposte di collaborazione, informazioni o suggerimenti scrivici a [email protected]. L’uomo narcisista non sparisce senza ragione e il suo silenzio può essere un inizio della fine del mondo. Non pensa alla persona che ha messo in silenzio, se non in termini di disprezzo. © 2021 Le Frecce Di Cupido | info@lefreccedicupido.it, Il silenzio punitivo del narcisista: cos’è, Il silenzio del narcisista e l’annullamento della vittima, La fuga e il silenzio del narcisista: a cosa prestare attenzione, Silenzio del narcisista: come comportarti, Come conquistare un narcisista: 5 strategie efficaci per farlo tuo, Come lasciare un narcisista senza soffrire e in modo efficace, Come difendersi da un narcisista: 4 consigli e strategie efficaci. Read "L'illusione del narcisista La malattia della grande vita" by Giancarlo Dimaggio available from Rakuten Kobo. *FREE* shipping on eligible orders. Perché lo attua? La premessa è d’obbligo: se si sta subendo questa modalità di abuso, l’unica e sola cosa da fare è chiudere la relazione. L’unico modo per interrompere questo “gioco” malsano e pieno di dolore, è farsi aiutare, recuperare l’autostima e disintossicarsi dalla tossicità della relazione che si aveva con il narcisista. L’unica vera via di fuga è cancellare dalla mente il predatore, smettere di percepire colui che ci ha imposto il trattamento del silenzio. Bene, ora che abbiamo capito cos’è il trattamento del silenzio e perché viene messo in atto dal narcisista, adesso possiamo concentrarci sulla sua durata. Ma il cellulare del NARCISISTA è spento. Ho subito il trattamento del silenzio da una persona che ho capito solo dopo esser borderline e con degli evidenti tratti narcisistici. Ecco perché, questa sua tecnica, è altresì conosciuta come silenzio punitivo del narcisista. Ma niente. Quindi tanto più si cerca il narcisista durante il silenzio punitivo, tanto più lui si sottrarrà. Per scoprirlo, effettua questo breve test gratuito; ci vorranno meno di due minuti: Quando parliamo di “silenzio del narcisista” è opportuno tenere a mente che si tratta di una punizione vera e propria. Amare un narcisista è come vivere sulle montagne russe, la serenità e la stabilità sono le grandi assenti della vita di coppia. La fuga e il silenzio del narcisista: a cosa prestare attenzione Come se non fosse già abbastanza pesante di per sé, purtroppo bisogna tenere in considerazione che il silenzio punitivo del narcisista è un meccanismo volontario e che segue schemi abbastanza studiati e precisi. Il silenzio non è mai definitivo. Lo scarto, invece, è definitivo. Si libera per un po’ del/della partner per agire indisturbato e, libero di muoversi, può dedicarsi alla nuova persona che l’attira…. Copyright © 2016 Passaggi Lenti. Considera che cosa ha scatenato il trattamento del silenzio. Cliente non raggiungibile. Lo schema del silenzio è sempre il piano A. soc. Le guide a piedi in Italia di Passaggi Lenti, Tuscia Viterbese: 6 borghi da non perdere. € 40.800,00 Imprese 136111/2000 Cap. La vittima sviluppa sin da subito un senso di colpa che dà al narcisista la possibilità di sentirsi in una condizione di potere e controllo, tutte cose che gli stanno a cuore. Questa incomprensibile “mancanza” di solito è un abbassamento degli standard che il/la narcisista vi richiede: forse gli state dando meno attenzioni perché siete preoccupati/e per il lavoro, per un/una figlio/a, forse non lo/la avete gratificato/a come desiderava o non lo/la avete fatto/a sentire speciale come lui/lei pretende di essere.. in poche parole, il vostro specchio è appannato. Quando percepirà che, dopo un (sempre troppo lungo) lasso di tempo lei si sta distaccando e sta riprovando a vivere, il/la narcisista ritornerà, anche perché, possibilmente, nel frattempo si è stancato dell’ultima conquista. Inoltre, il suo silenzio porta la vittima a soffrire in un altro terribile modo: il pensiero costante e continuo di capire cosa sta succedendo e del perché ha deciso di allontanarsi così all’improvviso. Quest’ultima, probabilmente già debole a causa della relazione tossica con il narcisista, viene del tutto distrutta dal suo silenzio. Ma l’ultimo, conclusivo, scopo deve sempre e solo lo stesso: fuggire il più lontano possibile da lui e dalle due manipolazioni. Il suo unico scopo è quello di “distruggere” e ferire chi ha di fronte. Dire a un narcisista che è un narcisista: è una buona idea? Questo perché, per lui, non è nient’altro che la conferma di cui era alla ricerca: avere il controllo. L'illusione del narcisista. Di conseguenza, se c’è una cosa che bisogna assolutamente evitare di fare, è dare l’opportunità all’ego del narcisista di innalzarsi ulteriormente. Perché si attua e come superarlo? Al contrario, spesso avvertiamo un reale senso di solitudine quando siamo circondati da persone alle quali non interessa davvero nulla di noi o delle nostre emozioni, e il contrario. Nel momento in cui ci si ritrova ad avere questi pensieri, infatti, è opportuno ammettere a se stesse che è arrivato il momento di farsi aiutare per recuperare la propria dignità, autostima ed identità. Il silenzio punitivo è uno “spazio” che il/la narcisista si prende per avvicinare, corteggiare ed entrare in relazione con un’altra persona, che a sua volta diventerà una risorsa (principale o secondaria, a seconda di come si svilupperà il rapporto). Per richiederlo in formato PDF inviaci una mail. Il trattamento del silenzio è una forma di influenza, potere e controllo su un'altra persona ed è un approccio passivo-aggressivo nella comunicazione. Ma, d’altronde, continuare a cercare il narcisista durante il trattamento del silenzio è inutile e controproducente, perché il silenzio si prolungherà tanto più si cercherà di interromperlo. Sa che la vittima si sta struggendo per lui. La vittima diventa il burattino e il narcisista il burattinaio. Il silenzio del narcisista è una delle tecniche manipolative più utilizzate dai narcisisti nei confronti delle loro vittime. Il silenzio è la ciambella di salvataggio del carnefice e serve per evitare plateali contraddizioni tra le continue menzogne di cui egli si rende autore. Passaggi lenti è un sito di viaggi a piedi con proposte di itinerari ecosostenibili. Nella fase del silenzio, un narcisista non deve fare assolutamente nulla: può semplicemente stare immobile, lontano dalla vittima, e continuare ad ottenere intense reazioni emotive. Sa che la vittima si sta struggendo per lui. Quanto è difficile pensare? La malattia nella grande vita Il silenzio, così come la solitudine, non indicano necessariamente la mancanza di rapporti sociali, e quindi non equivale ad essere tristi e chiusi in se stessi. Un soggetto potrebbe utilizzarlo per evitare di affrontare eventuali divergenze o fuggire dalle proprie responsabilità, ma anche per punire qualcun altro. L'illusione del narcisista. Ottiene, così, un rifornimento narcisistico che non ha pari. La malattia nella grande vita [Dimaggio, Giancarlo] on Amazon.com.au. In questo modo, il narcisista ha vinto sotto tutti i fronti: sta infliggendo la punizione alla sua vittima e, al tempo stesso, rimane nei suoi pensieri quotidiani. In realtà, da parte del narcisista, è tutto molto preventivato. Vi sarete senz'altro sentite (o sentiti) dire dal NARCISISTA: " Con gli altri ho mentito ma con te no, a te non farei mai del male".Quando sentite questa frase è consigliabile la fuga, perché ciò che caratterizza il NARCISISTA è proprio la RECIDIVITA': non dovete guardare le sue azioni, poiché è un bravo attore, bensì dovete sviluppare un intuito fine per carpire le sue INTENZIONI. In altre parole, non si tratta di qualcosa a cui viene sottoposto inconsciamente anche il narcisista: lui sa quello che sta facendo e ne conosce la crudeltà. Onde evitare di commettere errori, però, è importante che tu sappia con estrema sicurezza se l’uomo che è al tuo fianco è realmente un narcisista o meno. Se ne hai già sentito parlare e desideri approfondire l’argomento, qui trovi tutte le informazioni che ti potrebbero necessitare per decifrare il comportamento del narcisista. Ottiene, così, un rifornimento narcisistico che non ha pari.