1 - Diritto del lavoro - Modifica della distribuzione dell'orario di lavoro, contratto di lavoro part-time. Tale esigenza interessa in particolar modo le lavoratrici dipendenti, che molto spesso chiedono una flessibilità oraria di ingresso al fine di poter accompagnare i figli a scuola. In realtà, lo stesso potere unilaterale – cosiddetto ius variandi – è più difficile da riconoscersi dopo che il rapporto di lavoro si è costituito. Il datore di lavoro ha piena discrezionalità nel decidere l’orario di lavoro (entità e collocazione) al momento della conclusione del contratto di assunzione. Quindi l’orario di lavoro altro non è che il periodo di tempo effettivo lavorato al giorno dal dipendente pubblico e viene fissato dai dirigenti responsabili. All’Ufficio Ambito Territoriale di Vicenza per il tramite del Dirigente Scolastico della scuola di titolarità Oggetto: richiesta di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o di modifica del tempo parziale ai sensi dell’art. SI ESPRIME, pertanto, parere favorevole alla trasformazione/modifica del rapporto di lavoro a tempo parziale del/della richiedente. lettera richiesta modifica orario di lavoro per esigenze familiari. Ciò in virtù delle esigenze aziendali e del suo potere organizzativo. L orario individuale di lavoro deve essere definito nel rispetto del d.lgs.66/2003, delle previsioni del CCNL, dei criteri generali per le politiche dell orario di lavoro (v.art.4, comma 2 lettera -m- CCNL 1.4.1999) e dell articolazione dell orario di servizio e dell orario di apertura al pubblico ai quali è funzionale (art.17, comma 2 CCNL 6.7.1995). Rapporto di lavoro Modifica orario di lavoro . L’orario part-time, oggi disciplinato dal decreto legislativo n. 81/2015, è stato introdotto per la prima volta in Italia negli anni ‘80 con lo scopo di favorire l’occupazione di alcune categorie di lavoratori che risultavano più difficilmente collocabili (o ricollocabili) sul mercato del lavoro (es. Il lavoratore dipendente, in presenza di determinate esigenze, può chiedere al proprio datore di lavoro di poter fruire di una flessibilità dell’orario di lavoro.. 7 dell’OM n. 55 del 13.2.1998. Richiesta di modifica dell’orario di lavoro. L’ordinamento, in linea di massima, stabilisce che l’orario di lavoro non può essere modificato in modo unilaterale, ovvero per decisione di una soltanto delle parti in causa, datore di lavoro o lavoratore dipendente, tuttavia vi sono delle eccezioni che il dipendente è bene che conosca così da evitare inutili vertenze con la controparte. di Marrucci Mauro. fac simile lettera variazione datore di lavoro . Con orario di lavoro ci si riferisce al tempo in cui, giornalmente, il lavoratore svolge la sua attività per garantire il suo operato ed ottemperare appunto agli obblighi di lavoro. LA DOMANDA Un lavoratore al quale si applica il ccnl Studi Professionali svolge da sempre l'orario 8:00 - 16:00, con pausa pranzo di 10 minuti retribuita, ma non lavorata.Esigenze organizzative richiedono di variare l'orario di ufficio, con presenza in ufficio fino alle 17. Preso atto della dichiarazione resa dall’interessato, si dichiara che la richiesta e l’orario di riduzione di lavoro a tempo parziale E’ COMPATIBILE con l’organizzazione dell’orario di servizio scolastico. ... ł non autorizza la modifica dell’orario di lavoro con l’articolazione indicata dal/la dipendente, in quanto la stessa non è compatibile con le esigenze di servizio. 3 dell’ OM n. 446 del 22.7.1997 così come integrato dall’art. variazione orario part-time comunicazione obbligatoria. modifica orario di lavoro da parte del datore. OGGETTO: Variazione orario di lavoro part time.